I cookie ci aiutano a migliorare la vostra esperienza di navigazione. Continuando ad utilizzare il sito internet fornite il vostro consenso al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Accetto Info
> > Suem e Pronto Soccorso: a Capodanno una notte intensa, ma non per i "botti"

Suem e Pronto Soccorso: a Capodanno una notte intensa, ma non per i "botti"

lunedì 01 Gennaio 2018
“E’ cresciuta la responsabilità dei cittadini, e ha dato frutto l’impegno in sicurezza delle autorità competenti”: si spiega così, secondo il Direttore Generale dell’Ulss 3 Serenissima Giuseppe Dal Ben, il fatto che nel Veneziano non si siano registrati incidenti collegati ai festeggiamenti dell’ultimo dell’anno. “La notte è stata comunque impegnativa per i Suem di Mestre e Venezia, e per quelli di Mirano e Dolo e di Chioggia – sottolinea Dal Ben, in visita questa mattina negli Ospedali e alla Centrale Operativa provinciale di Mestre – ma per patologie non collegate all’uso dei ‘botti’ o direttamente ai grandi eventi che pure si sono celebrati nelle nostre città”.
Dalla mezzanotte alle 7.00 del mattino sono state 250 le chiamate gestite dalla Centrale Operativa, e quasi la metà hanno dato esito ad un intervento dei mezzi del Suem, nel frattempo impegnati anche per l’emergenza/urgenza della serata di fuochi e di festeggiamenti: “Le squadre in servizio sui mezzi di soccorso, ma anche i Pronto Soccorso dei nostri Ospedali – spiega il Direttore Generale – hanno vissuto una nottata comunque intensa: molti gli interventi, alcuni anche in codice rosso, per patologie croniche, per malori, e ancora per la pressione dell’influenza che comincia a far registrare numeri significativi di persone colpite”.
 
Condividi questa pagina:
Ricerca nel sito