I cookie ci aiutano a migliorare la vostra esperienza di navigazione. Continuando ad utilizzare il sito internet fornite il vostro consenso al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Accetto Info
> > Il ticket di Pronto Soccorso

Il ticket di Pronto Soccorso

La Giunta Regionale del Veneto con una delibera pubblicata il 20 dicembre 2011 ha stabilito che saranno soggetti al pagamento del ticket sanitario tutti i pazienti che, alla dimissione dal Pronto Soccorso, abbiano ricevuto un codice bianco o verde. L’obiettivo è quello di rendere uniforme l’applicazione dei ticket in tutte le strutture di Pronto Soccorso del Veneto.
 
Ogni paziente che accede al Pronto Soccorso riceve una prima valutazione infermieristica (triage) con cui viene assegnato un codice colore che rappresenta la priorità di visita in base all’urgenza riconosciuta al caso: bianco, verde, giallo o rosso, in ordine crescente di urgenza e gravità. Al momento della dimissione dal Pronto Soccorso, sulla base dei risultati degli accertamenti effettuati, il Medico conferma o modifica il codice assegnato all’ingresso.
 
La delibera regionale ha definito che se i pazienti abbandonano il Pronto Soccorso autonomamente, prima della chiusura del verbale, o lasciano l’Ospedale senza rientrare in Pronto Soccorso dopo una prestazione specialistica erogata in altro reparto, saranno classificati codice bianco alla dimissione, e pertanto soggetti al ticket, indipendentemente dal codice ricevuto al triage o da eventuali esenzioni.
 
Sono esenti dal pagamento della quota fissa esclusivamente i codici bianchi che, alla dimissione, rientrano nei seguenti casi:
 

accessi in Pronto Soccorso per minori di 14 anni, limitatamente al solo ticket per l’accesso; le eventuali prestazioni erogate sono invece gravate dal ticket;
accessi e prestazioni erogate a pazienti con diritto all’esenzione dal pagamento del ticket per patologia e/o reddito; per i pazienti con diritto all’esenzione per patologia, l’esenzione si applica solo se l’accesso in Pronto Soccorso è da imputarsi a riacutizzazione e/o aggravamento della patologia oggetto dell’esenzione;
accessi e prestazioni conseguenti ad infortunio sul lavoro.
 
Restano inoltre esenti dal pagamento del ticket di Pronto Soccorso i pazienti classificati come codice bianco o codice verde  nei casi seguenti:
 
1.     conclusi con proposta di ricovero in ospedale;
2.     che abbiano determinato un ricovero in Osservazione Breve Intensiva;
3.     conseguenti a traumatismi che abbiano determinato una frattura, una lussazione, una ferita che abbia richiesto sutura o applicazione di colla biologica o una distorsione che abbia richiesto applicazione di apparecchio gessato;
4.     conseguenti ad ustioni estese;
5.     conseguenti a ingestione/inalazione di corpo estraneo che richieda estrazione strumentale;
6.     conseguenti a intossicazione acuta, che richieda ricovero o osservazione breve intensiva
7.     che hanno rilevato condizioni di rischio legate allo stato di gravidanza;
8.     derivanti dall’invio in Pronto Soccorso da parte del Medico di Medicina Generale o di Continuità Assistenziale con una esplicita richiesta di ricovero ospedaliero.
 
L’Azienda Ulss 3 ha recepito le disposizioni regionali, dando ampia diffusione alla nuova delibera tra tutto il personale sanitario, in modo da evitare disparità di trattamento a carico della cittadinanza.
Ultimo aggiornamento: 10-7-2017
Condividi questa pagina:
 
Ricerca nel sito